fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    retrocognizione

    Condividere
    avatar
    amministratore
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 117
    Età : 52
    Data d'iscrizione : 27.03.08

    retrocognizione

    Messaggio  amministratore il Mer 2 Apr 2008 - 23:35

    Retrocognizione

    E' la conoscenza di un passato vicino o lontano, che riguarda persone o avvenimenti, conoscenza ottenuta dalla mente senza una relativa preparazione e senza sussidi mnemonici.
    La retrocognizione è una forma di chiaroveggenza che può essere spontanea e porre immediatamente un medium in condizioni di raccontare. Avviene come se gli si aprisse un libro con pagine di storia che egli legge con vivo interesse, immedesimandosi e provando emozioni in rapporto con i fatti.
    In certi casi è abbastanza facile rendersi conto che il medium è condizionato da un'altra persona, la quale comunica per telepatia cose a sua conoscenza e che il medium prima ignorava; questa trasmissione può avvenire anche inconsciamente. Altre volte, nei casi in cui i fatti riguardino un defunto, si pensa che sia il defunto stesso ad intervenire.
    Sembrerebbe che non soltanto le persone siano in grado di determinare la retrocognizione, ma anche l'ambiente in cui si sono svolti gli avvenimeni e che, non appena un medium vi capita, gli venga rivelata una storia.
    Un analogo tipo di rivelazione del passato può essere provocato o favorito da oggetti testimoni di esso, o che sono appartenuti alle persone interessate a quel passato. Questi oggetti agiscono quando vengono presi in mano o toccati dal medium. Le carte da gioco o la sfera di cristallo in mano al veggente sembrerebbero in grado di suscitare memorie.
    Per la funzione di vedere tramite oggetti, brani di storia, si applica impropriamente il termine di psicometria o psicoscopia.
    Gli avvenimenti lascerebbero tracce denominate "tracce PSI", secondo la teoria per cui gli oggetti materiali vengono impregnati in qualche modo sconosciuto, di emanazioni provenienti dagli avvenimenti o dalle persone. Con le tracce si costituirebbe un "campo PSI" attorno ad ogni oggetto, percepibile soltanto dal medium, come se fosse un nastro magnetico.
    In molti casi resta da spiegare le fonti di informazione, anche limitate, a meno di non appoggiarsi all' "IO segreto" parte psichica umana dotata di immense facoltà, capace di attingere dal "continuo storico" dei fatti che, per essere accaduti, esistono tuttora ed esisteranno, in una concezione di tempo senza i limiti convenzionali.

      La data/ora di oggi è Sab 19 Ago 2017 - 4:38