fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    il malocchio

    Condividere
    avatar
    amministratore
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 117
    Età : 52
    Data d'iscrizione : 27.03.08

    il malocchio

    Messaggio  amministratore il Lun 31 Mar 2008 - 22:45

    Il termine Malocchio è un termine ripreso dalla superstizione popolare comune a tutte le popolazioni e tradizioni d’Europa.
    C’è una differenza sostanziale tra malocchio e jettatura, il primo è quasi sempre volontario mentre la seconda è solitamente involontaria. Tale capacità, secondo gli antichi, si esplicava soprattutto attraverso lo sguardo da qui deriva appunto il nome di malocchio.
    Chi lancia il malocchio lo fa volontariamente tramite vibrazioni emanate attraverso lo sguardo quindi è da considerarsi magia nera a tutti gli effetti.
    Tutto questo si ottiene per mezzo di fatture e sortilegi.
    La parola FATTURA nel nostro secolo fa pensare al Medioevo ai tempi bui della stregoneria ed è quindi un termine insolito da usare. Gli studiosi di parapsicologia preferiscono chiamarla PSICOBOLIA (dal greco: movimento impresso nella psiche). La fattura è un’opera di magia che si avvale di un “simulacro” elaborato o costruito dall’operatore stesso secondo regole specifiche tradizionali. Questi simulacri sono formati da una vasta gamma di oggetti e devono comprendere un “testimone” della vittima da affatturare, lo stesso deve essere riposto in un luogo nascosto, possibilmente nei pressi dell’abitazione della vittima o all’interno della stessa.
    A volte sono state trovate trecce nei cuscini dell’affatturato, sono li presenti per via della telecinesi del mago che ha operato. Il mago dotato di poteri paranormali può influenzare il subconscio della vittima cosi facendo riesce a creare disturbi fisici e psichici.
    In caso di ritrovamento di simulacri nella propria casa bisogna usare molta prudenza, mai tentare di bruciare o distruggere tali reperti senza averli prima neutralizzati.
    E’ bene maneggiare i simulacri che dovessero rinvenirsi con estrema cura bagnandosi le mani con acqua e sale o aceto e riporli in un sacchetto o busta sigillata e consegnare il prima possibile ad un esperto abilitato alla loro distruzione.
    Infine la IETTATURA questa è una parola che deriva dal latino jactare: gettare. Questo è uno di quei termini che creano scetticismo e curiosità. Chi fa la iettatura lo fa in maniera del tutto involontaria accumula energie negative che scaricherà su un individuo. Gli studiosi dicono che la iettatura è un potere involontario di cui il disgraziato possessore non ha alcun controllo e avrebbe l’effetto di portare sfortuna a chi viene a contatto con il soggetto. Lo iettatore nella tradizione popolare viene descritto come un tipo pallido, magro con occhi grandi simili a quelli dei rospi che tendono a coprire con un paio di occhiali scuri. Comunque sia la iettatura divenne una cosa seria dalla quale proteggersi anche se questa, una volta lanciata, è difficile da eliminare. La tradizione consiglia di armarsi di gobbetti, corni di corallo o oro.

    tratto da: www.altamagia.it

      La data/ora di oggi è Sab 19 Ago 2017 - 4:31