fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    magia rossa

    Condividere
    avatar
    amministratore
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 117
    Età : 52
    Data d'iscrizione : 27.03.08

    magia rossa

    Messaggio  amministratore il Ven 25 Apr 2008 - 0:09

    Tutte le civiltà e culture hanno avuto i loro dei e le loro credenze, che formavano le loro specifiche mitologie. Per mitologi a si intende l’insieme di miti e leggende che appartengono ad un popolo, ad una civiltà e a una religione.
    Abbiamo varie mitologie: egizia, assira, induista, cinese, greca-romana e molte altre però, se studiamo le caratteristiche dei loro Dei e Dee ci accorgiamo che sono più o meno le stesse figure che proteggono le varie attività e necessità del genere umano.
    Non manca mai una divinità “o più d’una” che proteggano l’amore l’erotismo e la sessualità come la dea greca Afrodite che in seguito i romani chiamarono Venere. Gli Dei nacquero dalla necessità di capire e dare forma simbolica a credenze che concernevano il piano immateriale, si cercava di raggiungere uno stato di coscienza che raggiungesse gli aspetti psichici e spirituali della mente umana. Quel caos è ancora presente e ancora cerchiamo risposte, solo la magia consente di scoprire e utilizzare alcune leggi universali superiori che si collocano all’apice dell’esperienza umana e che non si possono eludere.
    Iside, la dea egizia più popolare e la più venerata, ispirava solamente amore e mai timore era la benefattrice della creature deboli e indifese, proteggeva tutti gli esseri viventi, simbolo dell’amore e della saggezza. In paesi e tempi diversi la dea assunse vari nomi ma sempre fu la patrona dei misteri sacri protettrice degli amori, della vita, delle madri e dei bambini era anche la dea della natura feconda quindi spiritualizzazione della “Grande Madre” che affonda le sue origini nell’eredità arcaica dell’uomo.
    Per dare risposta alle domande che l’uomo si è sempre posto, alle sue paure , nacque la fede nella presenza nel cosmo di una forza benevola generatrice che avrebbe saputo placare l’atavica paura dell’ignoto. L’importanza del principio femminile nel creato dominò l’ambiente antico nel campo religioso magico come in quello sociale.
    I misteri si evolsero, gli adepti impararono cosa fosse la magia, quella che poteva dare felicità e aiuto, perché era rivolta verso la natura, le forze cosmiche e permetteva ai puri di ascendere nel mondo sensibile della felicità dell’anima. In un secondo tempo nacque quel tipo di magia conosciuta come “ROSSA”. Con lo sviluppo di questo tipo di magia prese piede la necromanzia, la possibilità, attraverso riti particolari, di comunicare con i defunti per essere illuminati su cose e fatti accaduti nel passato o che avrebbero potuto accadere.
    Molti dei riti moderni praticati da occultisti, non sono che un’elaborazione di quelli egizi visto che nell’Egitto dei Faraoni era desta l’attenzione per i riti più occulti.
    In Egitto come in India e in Cina, quindi civiltà lontane tra loro, si studiavano le forze nascoste tanto dell’uomo quanto della natura e questo studio diede origine all’occultismo, custodito da un ristretto numero di persone, il sapere magico non era per tutti e veniva gelosamente nascosto nei templi e santuari.
    Per quegli uomini che erano arrivati ad avere delle conoscenze trascendentali, era facile farsi capire dalla massa attraverso un simbolismo magico che stupiva, sbalordiva e convinceva anche se nessuno aveva capito nulla, quello che contava e colpiva era l’apparato spettacolare dei riti e dei rituali. Da poco tempo si sente parlare di cerchi ma in realtà sin dall’epoca dei Faraoni tre cerchi di diverso diametro venivano scavati nel pavimento dei templi e all’interno degli stessi venivano inserite delle statuine di terracotta che rappresentavano la coppia amorosa, nei riti d’amore, infine i cerchi incendiati divenivano di fuoco. Questa era una cerimonia di Magia Rossa e veniva officiata da una sacerdotessa che indossava un lungo mantello e un diadema con quattro corna in testa simbolo del suo grado e posizione di veggente. L’uso di vesti particolari in passato era per evitare il contagio della divinità.
    Nella Magia Rossa per operare possiamo utilizzare le candele, consacrate nella maniera giusta, le erbe anch’esse rigorosamente scelte in base allo scopo che vogliamo raggiungere, possiamo anche servirci di incensi e olii essenziali abbinati a preghiere per far si che la nostra magia ottenga il risultato sperato. Importante in tutte queste pratiche è il forte desiderio, la consapevolezza della riuscita, quindi una grande fede in quel che si sta facendo, e la preghiera alle entità e spiriti che chiamiamo in aiuto. Cosa fondamentale in tutto questo è l’obiettivo: IL BENE.
    Per capire da vicino quello di cui abbiamo parlato un semplice rito nel quale la cosa fondamentale è
    il pensiero e il forte desiderio.

    PER OTTENERE AMORE SICURO

    Ogni parola d’amore è come un filtro magico e accoppiato al pensiero può avere molta efficacia per aumentare l’effetto occorre sempre qualche oggetto che sia stato a contatto con la persona amata.
    Per lo scopo possiamo utilizzare un fazzoletto, i capelli, un fiore, mozziconi di sigarette che devono essere tre o cinque: il tre perché rappresenta le tre virtù e l’ignoto, il cinque perché è il numero dell’anima.
    Bisogna operare in una sera di luna nuova piuttosto tardi per aver la certezza che la persona amata dorma e poiché è rilassata capterà al maglio il pensiero.
    Sedersi al buio tenendo in mano l’oggetto di contatto, visualizzare la persona amata, mormorare più volte il nome e recitare

    POTERE DI DESIDERIO CHE MI SCONVOLGI, ASCOLTAMI, FA CHE IL MIO PENSIERO LO RAGGIUNGA, L’AVVOLGA.

    Dopo queste parole, che devono essere dette con tutta la passione, concentrarsi sull’oggetto dell’amore, poi occultare il testimone di contatto in un panno verde, ripetere per sette sere consecutive possibilmente alla stessa ora.

      La data/ora di oggi è Mar 24 Ott 2017 - 14:32