fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    magia verde

    Condividere
    avatar
    amministratore
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 117
    Età : 52
    Data d'iscrizione : 27.03.08

    magia verde

    Messaggio  amministratore il Ven 25 Apr 2008 - 0:10

    Pochi sanno che tra i riti di Magia esiste anche quella Verde, cioè la Magia di questo colore è quella nata nelle foreste, poiché trovandosi tra il verde delle foglie dei germogli, nella chioma ombrosa degli alberi, l’uomo primitivo sentiva come una sorta di protezione, un distacco dall’umana fatica.
    La Magia Verde moderna affonda le sue radici direttamente nell’antichità e i suoi riti, giunti fino a noi dal Paleolitico, hanno subito solo lievi cambiamenti.
    In tutte le religioni antiche vediamo l’adorazione dello spirito di ogni albero, dell’erba, il culto di Dei del Sole e della Pioggia che facevano crescere rigogliosi i raccolti, soprattutto il culto della Grande Terra Generatrice attorno al cui culto si raccolgono riti popolari di ogni razza.
    Nell’antica Roma si credeva che non si poteva avere un buon raccolto se non si invocava la Madre Terra.
    I boschi e gli antri, antiche dimore degli uomini primitivi, furono i primi templi. Il moto è vita, dove vi è vita vi è spirito: questo era il modo universale dell’uomo primitivo di considerare le cose.
    Gli alberi crescono e fioriscono, producono frutti, gemono e versano lacrime quando sono tagliati, intristiscono e muoiono. Cosi si è iniziato a credere che gli alberi avessero un’anima, credenza condivisi dai primi filosofi greci per i movimenti e i suoni che fanno gli alberi. Questo spirito dell’albero venne poi incarnato in un prototipo umano la cui vita e vigoria governavano quella di tutta la vegetazione.
    Tutto questo si collega ad un grande numero di costumi che avevano, ed hanno ancora, rapporto al culto della vita degli alberi, alle offerte e alla credenza negli alberi come oracoli e indovini.
    La religione dei celti era il druidismo, ossia una forma di culto della natura. I loro luoghi sacri erano i boschi, veniva anche venerata l’acqua. Le loro divinità principali erano LUG dio della fertilità, MATRONA dea della natura e MADRE TERRA, il loro albero sacro era la quercia, anche il vischio era sacro. La quercia è il simbolo del sole, da questo la sua importanza per i Druidi. Le bacche del vischio simboleggiano la luna, perché somigliano a piccole lune. I sacerdoti Druidi sostenevano di possedere poteri magici, di predire il futuro , di cambiare forma fisicamente, di gettare incantesimi.
    I sacrifici di animali erano riti della fertilità, come la luce del fuoco che rappresentava il sole aveva la massima importanza, ed era la fonte della fertilità.
    Anche il culto di Diana aveva un suo valore essa veniva venerata come la dea dei boschi e quindi della natura, si credeva concedesse a uomini e donne la benedizione della prole.
    Tutte le cose hanno un lato nascosto, un linguaggio occulto, i popoli primitivi molto più sensibili di noi questo lo sentivano e fecero sorgere le varie religioni alla Natura ed alle Dee Madri; il linguaggio esoterico come un impercettibile soffio generato da una potente Volontà, tramandò nei secoli la Magia Verde.
    Chi pratica questa Magia lavora molto con i cicli lunari, la Stagioni, gli elementi (fuoco, vento, terra, aria) che presiedono ogniuno un punto cardinale quindi il nord per la terra, il sud per il fuoco, l’est per il vento, l’ovest per l’acqua. Il fuoco è importantissimo. Ci sono feste da rispettare per onorare le Divinità, maschili e femminili. La Luna è fondamentale perché le sue fasi influiscono direttamente nelle cerimonie e nei riti. Viene festeggiata ad ogni fase ma di particolare importanza la Luna Piena perché nel pieno della sua bellezza elargisce potere ed energia. Tutte queste pratiche servono ad armonizzarci con la natura e a scoprire la sua forza. Chi pratica questa Magia tende solitamente a raccogliere da solo le erbe che userà per i vari riti durante tutto l’anno. Uno dei giorni più propizi alla raccolta è il giorno di san Giovanni a Giugno. Nella pratica vengono utilizzati vari strumenti che poi risultano importantissimi nelle cerimonie. Si fa uso di candele, pietre, erbe il tutto regolato da ore, giorni, colori e corrispondenze planetarie tutto questo per il buon fine della pratica stessa. Tutto cio che verrà utilizzato dovrà essere di volta in volta purificato e consacrato necessario per non contaminare le energie che verranno chiamate in aiuto. Raccomandazione importante la FEDE tutto ciò che fate deve essere fortemente voluto e dovete credere nelle vostre capacità di riuscita, ricordate regola fondamentale “ SE NON E’ MALE, FAI CIO’ CHE VUOI” questo per dire ogni cosa che facciamo non deve essere volta al male altrui ma ad aiutare gli altri, la Magia è un mezzo che può aiutarci a stare meglio senza nuocere a nessuno però. “TUTTO CIO’ CHE IN BENE O IN MALE FAI TI TORNA INDIETRO TRE VOLTE” prima di agire pensate sempre a questo!!

    Provate ora voi stessi ad elaborare un semplice SALE SCACCIAGUAI:

    Prendete: un pizzico di sale marino grosso,
    cinque foglie di alloro,
    cinque di ulivo,
    cinque di menta,
    uno spicchio d’aglio,
    una candela bianca,
    un fazzoletto bianco.

    Un lunedì mattina di luna calante, accendi la candela bianca e davanti ad essa apri il fazzoletto bianco pulito. Al centro metti il sale grosso, l’alloro, l’ulivo, la menta e lo spicchio d’aglio dicendo “ SALE CHE PURIFICHI, ALLORO CHE DAI FOZA, ULIVO CHE DAI PACE, AGLIO CHE PROTEGGI, IO VI CHIEDO DI ALLONTANARE DA ME OGNI MALE, MALOCCHIO, JELLA E NEGATIVITA’ DALLA MIA MENTE, DAL MIO CORPO, DAL MIO CUORE, DALLA MIA ANIMA!”
    Quindi ripiega il fazzoletto con cura, tienilo tra le mani chiuse a coppa mentre fissi la fiamma della candela bianca che suggella la tua richiesta. Spegni la candela ( non soffiando!). Porta il fazzoletto a stretto contatto del corpo tutto il giorno e tutta la notte, e la sera, prima di andare a letto, accendi la candela lasciala consumare completamente.
    La mattina seguente, metti i resti della candela e il fazzoletto in un pentolino pieno d’acqua e porta ad ebollizione per dieci minuti, mescolando in senso antiorario; spegni, recupera il fazzoletto e getta tutto il resto nel wc.



    CON IL SALE SCACCIAGUAI
    TI TOGLI DI TORNO OGNI NEGATIVITA’
    DISPETTOSA E TI PREPARI AD
    ACCOGLIERE LA FORTUNA.

      La data/ora di oggi è Mar 24 Ott 2017 - 14:32