fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    ETIMOLOGIA DELLO "SPIRITO"

    Condividere

    KillBill

    Numero di messaggi : 4
    Età : 36
    Data d'iscrizione : 01.04.08

    ETIMOLOGIA DELLO "SPIRITO"

    Messaggio  KillBill il Mar 1 Apr 2008 - 23:34

    Lo spettro, ha la sua etimologia nel termine spectrum.
    Per i greci il tema "spec" indicava il riflesso (da cui specchio), e per loro il fantasma era il riflesso del defunto nell'aldilà.
    La stessa radice la si ritrova nei latini: lo spec-ulum, ovvero lo specchio, va a formare il termine spec-trum, da cui spettro.
    Il riflesso del morto nell'aldilà, è proprio di varie culture in ogni parte del mondo.
    Ovunque, si celebrano riti e feste in onore dei morti che tornano in vita, o che restano sotto forma di numi tutelari.
    I latini veneravano i Lares e i Poenates, numi tutelari della casa che custodivano il focolare domestico insieme a Vesta.
    Tali numi tutelari, in varie culture del mondo, sono diventate spiriti più o meno benevoli che restano nella dimora anche dopo la morte.
    Si va dal Monaciello e Bella M'Briana del Napoletano, ai Munacheddu Baresi, ai folis del nord Italia fino ai numi tutelari della cultura celtica.
    Ma il tipico esempio del riflesso del morto sulla terra, è la festa di Halloween, rito pagano celtico-irlandese, trasportato con l'emigrazione negli Stati Uniti.
    Lo stesso termine Halloween, nasce da Hallo=Ciao e Ween= Spirito, segno del morto che fa ritorno nella casa che ha lasciato.
    Per quanto riguada, lo spettro, in accezione moderna, esso nasce dalle credenze popolari fuse con le varie paure dell'uomo della morte e dell'ignoto.
    Spesso il fantasma, nell'immaginario popolare, infesta i luoghi e resta sulla terra per spaventare.
    Ma scavando a fondo, lo spettro, inteso come spirito che resta attaccato alla terra, o come nume tutelare, è visto molto spesso con un'accezione positiva.
    Come sosteneva William Shakespeare: "Vi sono più cose in cielo e in terra, di quante ne comprenda la tua filosofia".
    A presto.
    avatar
    Locandiera
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 86
    Età : 41
    Località : la cucina ahahahah
    Data d'iscrizione : 27.05.08

    Re: ETIMOLOGIA DELLO "SPIRITO"

    Messaggio  Locandiera il Sab 14 Giu 2008 - 11:22

    Bella questa definizione Smile
    effettivamente molte volte si è portati ad avere paura, ma solo perchè interiormente si fa difficoltà
    ad accogliere l'ignoto come parte integrante della vita, dato che spesso siamo portati a voler dominare
    le cose che ci circondano e non avendo la possibilità di controllo ci spaventiamo.
    C'è comunque necessità d'attenzione perchè non tutto è bene, ma è anche vero che se accettassimo interiormente il fatto
    che ci sono cose diverse dalla percezione sensoriale razionale, allora si potrebbe comprendere anche ciò che non conosciamo ancora.
    (tutto ciò è solo opinione personale Smile )


    _________________
    "Ogni mito riflette il mondo da cui ha avuto origine
    e ogni tempo ha le sue leggende. Oggi abbiamo le leggende metropolitane"

    (La Locandiera)
    Se vi va, fate un giretto anche nel mio Forum o nel mio sito di leggende

      La data/ora di oggi è Mar 24 Ott 2017 - 14:31