fantasmi

Benvenuto/a in Fantasmi, se sei una persona suggestionabile, forse questo luogo
non fa per te... Se sei amante del mistero, vuoi dare il tuo parere sugli alieni, pensi d'aver vissuto esperienze particolari... entra e investiga insieme a noi il mistero, dalla terra al cielo e oltre la vita.... Smile
fantasmi

la vita oltre la morte


    il satanismo

    Condividere
    avatar
    amministratore
    presidente
    presidente

    Numero di messaggi : 117
    Età : 52
    Data d'iscrizione : 27.03.08

    il satanismo

    Messaggio  amministratore il Ven 25 Apr 2008 - 14:16

    Il satanismo è un culto che prevede l'adorazione di Satana (o di qualche altra entità superiore considarata negativamente dalle religioni tradizionali), o il ricorrere all'archetipo di Satana quale fonte di ispirazione per la vita dell'individuo. Comunemente viene associato a simboli come il pentacolo, il capro e il numero 666 e ne esistono diversi movimenti e interpretazioni.
    Il termine appare per la prima volta nel libro A confutation of a booke intituled An apologie of the Church of England ("Una confutazione di un libro (del vescovo Jewel) intitolato Un'apologia della Chiesa di Inghilterra") di Thomas Harding (1565):

    ll, ii, 42 b, "Meaning the time when Luther first brinced to Germanie the poisoned cuppe of his heresies, blasphemies, and Satanismes."
    Nella citazione sopra la parola fa riferimento agli insegnamenti di Lutero, anche se egli avrebbe sicuramente respinto l'accusa di adorare Satana o di ispirarsi a Satana medesimo.
    Secondo alcuni, il satanismo non può considerarsi una religione in senso proprio poiché nella sua essenza non potrebbe esistere se non come negazione del cristianesimo.
    I tentativi di far risalire la sua esistenza all'adorazione di un dio caprino (Pan) e/o fallico si sono dimostrati storiograficamente inconsistenti.
    Il satanismo esiste quindi come "forza resistente" al cristianesimo e in sua funzione.
    In realtà la questione non è così semplice, dato che con questa etichetta vengono indicati movimenti molto eterogenei:

    Satanismo “razionalista”, pur non credendo in alcuna divinità all'infuori dell'uomo, adotta il nome Satana in contrapposizione a un sistema oscurantista che dura da millenni e che sottomette l'uomo togliendogli ogni valore per proiettarlo in un dio creato per comodo.
    Satanismo “occultista” o “tradizionalista”, si accettano gli assunti di base della Bibbia, ma ci si schiera “dall’altra parte”. Nasce in occidente in età post-medioevale (XI – XVI secolo). Alcuni satanisti non approvano tale scelta, sottolineando come “un individuo che crede nel Diavolo biblico, non dovrebbe essere identificato come Satanista, ma meglio come un “cattivo cristiano”: “si arriverebbe”, sostengono, “al fanatismo da entrambe le parti”. Tra i rappresentanti si ricorda “Il Tempio di Set”, fondato nel 1975 a S.Francisco da Michael Aquino.
    Satanismo “acido”,: gruppi satanici che prediligono le azioni violente, l’uso di droga, le orge. Non possono essere definiti gruppi strutturati e organizzati. A questi gruppi si ricollegano attività di profanazione e rituali sacrificali e sono fortemente osteggiati da altri satanisti. Tra i rappresentanti può essere citato il gruppo “The Family” di Charles Manson.
    Il Luciferismo, Satanismo di orientamento manicheo. Venera Lucifero, ma non lo considera il principio del male. Bensì il ribelle contro Dio creatore o un principio necessariamente complementare a Dio.
    Al giorno d'oggi vi sono diverse sette, diffuse in tutto l'occidente, che praticano questo culto. Negli Stati Uniti i satanisti hanno ottenuto che gli fosse riconosciuto lo status di religione e un cappellano nell'esercito.

    Il successo di questa pratica deriva forse anche dalla sua associazione a forme di protesta sociale e di liberazione sessuale (almeno per alcuni tipi di satanismo), in questo senso viene spesso citato come padre del Satanismo contemporaneo - secondo taluni travisando il suo insegnamento - Aleister Crowley, il quale assunse come motto la frase: "Fai ciò che vuoi: sia questa tutta la legge".

    I membri di questo gruppo hanno accettato il dogma cristiano secondo cui Satana ed i satanisti sono intrinsecamente malvagi. Non stupisce quindi che i membri, da soli o radunati in piccoli gruppi, facciano parlare di sé nelle cronache per atti illegali più o meno gravi.

    Anche se molti "ribelli" sostengono di ispirarsi ai lavori di Anton Szandor LaVey, pochi conoscono a fondo questo autore, e la maggior parte di loro ha un'idea di Satana che deriva più da fantasie letterarie o da testi di critica rivolti contro le posizioni di cristiani fondamentalisti. Principalmente la loro idea di Satana riflette una chiara matrice cristiana.

    Gli altri satanisti chiamano i membri di questo gruppo gli "adoratori del Diavolo" (in senso dispregiativo), la maggior parte dei moderni studiosi di satanismo concorda nel vedere in questi gruppi una minoranza di scarso rilievo.
    I membri di questa categoria credono nell'esistenza di una divinità personale, il Principe delle Tenebre, a cui rendono culto.

    Il gruppo più conosciuto è il Tempio di Seth ("Temple of Seth") fondato da Michael Aquino ed altri membri della Chiesa di Satana (v. oltre) dopo la loro fuoriuscita dalla Chiesa nel 1975. I membri del Tempio sostengono di adorare l'antico dio Egizio Seth.

    La più grande organizzazione di questo tipo, e quella dotata di maggior visibilità, è la Chiesa di Satana fondata da LaVey, che ha esposto la filosofia alla base del movimento nel suo The Satanic Bible ("La Bibbia satanica"). Dopo la morte di LaVey, il gruppo è andato incontro ad alcuni fermenti interni e varie riorganizzazioni.

    La designazione di satanisti "moderni" riservata a questo gruppo sottintende che il satansimo religioso risalga a tempi più antichi, ma c'è chi fa notare come il termine "Satanismo" fosse raramente usato da qualche gruppo prima della comparsa della Chiesa di Satana. Per questo motivo, i membri della Chiesa di Satana rivendicano per sé l'etichetta di "Satanisti", riferendosi agli altri gruppi come "pseudo-satanisti".

    Nonostante la maggioranza dei satanisti moderni considerino sé stessi dei filosofi, e molti si professino atei, alcuni studiosi, pur consci del fatto che i satanisti moderni non credano nell'esistenza di Satana in quanto essere personale, li classificano come satanisti religiosi per il fatto che praticano la magia (requisito sufficiente per catalogarli come "religiosi" secondo alcune definizioni).

    Esistono anche Satanisti che non si riuniscono in gruppi, non praticano la magia e vedono nei culti creatisi sulla scia di LaVey associazioni che travisano l'intento principale della filosofia Satanista.

    Costoro pensano che il cammino di perfezionamento personale sia una strada che debba essere percorsa in solitudine, alla ricerca continua di nuove esperienze e conoscenze che possano completare la propria esperienza di vita sul cammino della verità. Questi studiosi solitari credono che il fatto di riunire la propria filosofia in gruppi religiosi o associazioni simili che riconoscono una autorità come "capo spirituale" o "maestro" sia un grande errore. Significherebbe andare contro il principale concetto del Satanismo, cioè la ricerca della libertà individuale. Seguire un capo, per quanto illuminato possa essere, é contrario a questo importante precetto, anche se egli potrebbe essere stimato.

    Nei confronti del divino, una piccola parte di questo tipo di Satanisti si considera atea, anche se l'agnosticismo é la posizione più diffusa.

    Spesso i praticanti di questa versione di Satanismo scevra di componenti religiose e di rituali magiche viene ignorata dalle statistiche e dagli studi degli esperti. Questo succede principalmente perché queste persone sono molto schive e temono di presentarsi come Satanisti per colpa dei pregiudizi della gente, che associa immediatamente tale definizione a "messe nere" e sette di carattere violento e antireligioso. Inoltre il rifiuto tassativo di riunirsi in gruppi fa ovviamente in modo che le loro credenze abbiano minore impatto e vengano considerate più delle bizzarrie che elementi di una solida filosofia moderna.

    I membri di questo gruppo sostengono che l'idea di satanismo vada molto al di là del semplice principio della gratificazione dei propri piaceri personali: il satanismo è un percorso arduo che richiede autodisciplina ed autocontrollo per raggiungere una saggezza universale. È una concezione prettamente pragmatica di satanismo, che pone l'enfasi sulla crescita dell'individuo che riesce ad attraversare reami oscuri e pericolosi con atti di forza, resistenza e a rischio della propria vita. Inoltre, il satanismo tradizionale cerca di indurre un cambiamento, distruttivo, nella società.

    La più grande organizzazione di questo tipo è l'Order of Nine Angels ("Ordine dei Nove Angeli").

    Presso alcune sette gnostiche il serpente viene elogiato come "portatore della conoscenza" (come accade per Satana, nella sua veste di Lucifero, il "portatore di luce"). Alcuni gnostici sostengono che il dio della Bibbia, da loro chiamato il Demiurgo, sia in realtà Satana stesso. Ad alcuni dei primi gnostici vennero addossati ogni genere di atti criminali, ed essi furono accusati di propagandare ogni tipo di atto malvagio quale via di liberazione della sofferenza del mondo, ma questi resoconti sono poco attendibili dato che provengono soprattutto da autori impegnati nell'attaccare lo gnosticismo in quanto forma di eresia.

      Argomenti simili

      -

      La data/ora di oggi è Mar 24 Ott 2017 - 3:31